P. OLLEKILLEL

Don Gabriel Ollekillel

 

Padre GabrielDon Gabriel Ollekillel è nato  il 1967 in Tanzania fu ordinato sacerdote nel 1997; Arriva in Italia il 1° settembre 2009 e inizia la sua esperienza pastorale presso la parrocchia Cristo Re di Mussomeli  fino all’agosto 2010. Si trova in Sicilia perchè sta studiando presso la facoltà Teologica di Palermo per conseguire la licenza in Teologia Pastorale che gli servirà per svolgere meglio il Ministero Sacerdotale e la vita pastorale nella sua terra. In Tanzania è parroco di 4 chiese da 3 anni e si occupa dell’istruzione per i ragazzi di scuola elementare e media. Nel suo territorio sono sorte varie scuole elementari e secondarie , centri di catechesi , dispensari ed ospedali, grazie all’aiuto delle varie associazioni laicali 

La lettera di saluto per la comunità:

Carissimo Padre Alessandro Giambra, parroco di questa comunità parrocchiale cristiana di San Pio X, carissimo vice parroco Padre Ivan Graci, carissimi e carissime tutti voi, oggi vorrei rendere grazie a ogni cosa davanti a Dio e a voi tutti, piccoli e grandi. Prima di tutto, Io sono contento perché ho trovato e ho ricevuto quello che volevo fare cioè i miei studi, e sono pronto a tornare a casa per il mio servizio sacerdotale martedì prossimo, 10 dicembre. Sono triste perché vi lascio dopo circa tre anni che stiamo e condividiamo la nostra vita cristiana insieme. E’ sempre difficile dire ciao a cari e carissimi fratelli e sorelle come voi. Ma è la verità e la realtà per noi preti servitori, che sempre siamo in cammino, oggi siamo qua e domani siamo la. Infatti, voglio dire grazie a tutti voi per ogni cosa che mi avete dato con grandi amori. Io mi sento sempre in debito davanti a tutti voi. Quindi in gratitudine, in sentimento di affetto e di riconoscenza per il bene che ho ricevuto da voi, volevo dire in cuore sincero a voi tutti grazie mille: Grazie tanto anche per i miei studi in Pontificia Facoltà Teologica di Sicilia, “San Giovanni Evangelista” a Palermo, specialmente per il Diploma di Licenza in Teologia Pastorale che sono licenziato e qualificato <<Magna Cum Laude Probatus>> cioè 90/100 e mi si rilascia per chiedere dell’interessato e per gli usi consentiti dalla legge; Grazie ancora per l’ accoglienza, la fraternità e l’ospitalità che ho ricevuto da diverse persone individuali, le famiglie parrocchiali, diverse associazioni cristiane parrocchiali ; diversi gruppi parrocchiali; come i bambini, gioventù, le mamme, gli uomini e i nostri sacerdoti. Grazie in fine perchè viviamo insieme la nostra fede e la vita pastorale attraverso la parola di Dio, valori e radici di culture cristiane, i sacramenti, le feste e soprattutto la carità che mi hanno permesso di aiutare tante persone, e per avere la formazione e la fede forte per compiere servizi pastorali quando arriverò in Arusha, Tanzania. Fratelli e sorelle, allora, chi riconosce il bene ricevuto, nutre un sentimento di gratitudine verso coloro che gli hanno fatto del bene. Ringrazio voi come i mei benefattori e dare rendimento di grazia a voi significa riconoscere di aver ricevuto la grazia da Dio cioè sono fortunato per avere questa opportunità di studiare a Caltanissetta Diocesi, e pertanto rendo grazie con la gratitudine, ringraziando coloro che mi hanno fatto grazie. Dopo la mia riconoscenza e gratitudine a voi popolo mio, io prometto che i doni che ho ricevuto qui in Italia, per esempio, il dono della formazione per la vita cristiana, il dono della carità e il dono della sapienza cioè educazione, lo devo usare per servire meglio la Santa Chiesa di Dio e servire meglio il popolo mio cioè la mia tribù Maasai perché ancora abbiamo poca fede e poca educazione specialmente in alcuni villaggi. Voi ringraziate il Signore per il dono della vita, straordinariamente e di più, perché voi avete tutto, sia spiritualmente, materialmente, eticamente, politicamente, tecnologicamente, e avete un buon rapporto… infatti siete fortunati. Da noi c’è molto da fare come la chiesa giovane, locale, particolare dell’Arusha perché ancora c’è grande ignoranza e la povertà per tutta la comunità cristiana nei villaggi e ancora siamo in tempo di prima evangelizzazione e Padre Alessandro Giambra lo sa bene perché lui ha visitato la Tanzania l’anno scorso.
Dunque, se è possibile vorrei chiedere ancora una volta il vostro aiuto per il mio popolo Maasai in Loliondo, Ngorongoro distretto . Carissimi fratelli e sorelle, io Padre Gabriel OlleKillel ho scritto la storia e la verità che io, primo Sacerdote Africano, Tanzaniano, Dell’Arusha e Maasai rappresento, Indigeno per venire qua nella Chiesa Nissena di Caltanissetta per motivi di studi, per aprire le porte agli altri e per trovare l’amicizia e la fraternità tra il popolo di Dio e la Santa Chiesa di Dio fra la Diocesi di Caltanissetta e dell’Arusha-Tanzania. Io chiedo a voi di continuare l’amicizia per costruire insieme una chiesa che si chiamerà ‘San Pio X’ in Maasai terra e una scuola secondari che si chiamerà ‘Padre Alessandro Giambra Scuola Secondaria’ in suo suo ricordo perché lui ha conosciuto i Maasai di Tanzania dopo la sua visita lì. Allora facciamo così per il bene dei poveri in Africa particolarmente per la fede e la liberazione dei Maasai in Africa. Grazie a tutti, tante belle cose e mettiamo l’amicizia e la fraternità in azione.

Vi ringrazio di cuore e porgo i più fraterni saluti,
Padre Gabriel Olle Killel.

Lascia un Commento!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...