VISITA PASTORALE MONS. MARIO RUSSOTTO

visita_pastoralerussotto

Venerdi   30  Settembre  2016 , presso la nostra Parrocchia  ” SAN PIO X ” ,     si svolgera’ la  “VISITA  PASTORALE  ”  di  S.E. Mons. MARIO RUSSOTTO ,                                               alle ore  18,oo  sara’ celebrate la Santa  Messa  ,   saranno presenti i componenti delle Parrocchie :                                      

  • Parrocchia S. Domenico  
  • Parrocchia S. Giuseppe    
  • Parrocchia S. Luca             
  • Parrocchia S. Pio X           

     Alle ore 19.00, il Il Vescovo incontrerà le Famiglie delle quattro parrocchie                                                                                                                                                                                                      Il Vostro Parroco              Don Alessandro Giambra 

COMUNICAZIONE :

Si comunica che la Visita Pastorale in programma oggi  Venerdi  23/09/2016 nella Parrocchia di San Luca , e’ stata   POSTICIPATA   a Lunedi   03/10/2016.

Visita Pastorale Mons. MARIO RUSSOTTO

Si comunica che in data 23 settembre alle ore 18.00 presso la Parrocchia S. Luca in Caltanissetta, verrà celebrata la S.s. Messa da S.E. Mons. Mario Russotto in occassione  della Visita Pastorale nelle seguenti parrocchie: 

  • Parrocchia S. Domenico  gia’ svolta
  • Parrocchia S. Giuseppe    gia’ svolta
  • Parrocchia S. Luca             23/09/2016
  • Parrocchia S. Pio X             30 /09/2016

Sono invitati a partecipare tutti i componenti dei Gruppi Giovani delle suddette Parrocchie.                                                                                                                                      Alle ore 19.00, il Vescovo incontrerà i vari  Gruppi Giovani parrocchiali.                         

Il Vostro Parroco

Don Alessandro Giambra 

Vangelo (Lc 16,1-13) Domenica 18 Settembre

Giorno liturgico: XXV Domenica (C) del Tempo Ordinario

Testo del Vangelo (Lc 16,1-13): In quel tempo, Gesù diceva ai discepoli: «Un uomo ricco aveva un amministratore, e questi fu accusato dinanzi a lui di sperperare i suoi averi. Lo chiamò e gli disse: “Che cosa sento dire di te? Rendi conto della tua amministrazione, perché non potrai più amministrare”. L’amministratore disse tra sé: “Che cosa farò, ora che il mio padrone mi toglie l’amministrazione? Zappare, non ne ho la forza; mendicare, mi vergogno. So io che cosa farò perché, quando sarò stato allontanato dall’amministrazione, ci sia qualcuno che mi accolga in casa sua”.

Chiamò uno per uno i debitori del suo padrone e disse al primo: “Tu quanto devi al mio padrone?”. Quello rispose: “Cento barili d’olio”. Gli disse: “Prendi la tua ricevuta, siediti subito e scrivi cinquanta”. Poi disse a un altro: “Tu quanto devi?”. Rispose: “Cento misure di grano”. Gli disse: “Prendi la tua ricevuta e scrivi ottanta”.

Il padrone lodò quell’amministratore disonesto, perché aveva agito con scaltrezza. I figli di questo mondo, infatti, verso i loro pari sono più scaltri dei figli della luce. Ebbene, io vi dico: fatevi degli amici con la ricchezza disonesta, perché, quando questa verrà a mancare, essi vi accolgano nelle dimore eterne. Chi è fedele in cose di poco conto, è fedele anche in cose importanti; e chi è disonesto in cose di poco conto, è disonesto anche in cose importanti. Se dunque non siete stati fedeli nella ricchezza disonesta, chi vi affiderà quella vera? E se non siete stati fedeli nella ricchezza altrui, chi vi darà la vostra? Nessun servitore può servire due padroni, perché o odierà l’uno e amerà l’altro, oppure si affezionerà all’uno e disprezzerà l’altro. Non potete servire Dio e la ricchezza».

21 AGOSTO: SOLENNITA’ DI SAN PIO X

santo5525big

VANGELO SECONDO LUCA (Lc 13,22-30)

In quel tempo, Gesù passava insegnando per città e villaggi, mentre era in cammino verso Gerusalemme. Un tale gli chiese: «Signore, sono pochi quelli che si salvano?». Disse loro: «Sforzatevi di entrare per la porta stretta, perché molti, io vi dico, cercheranno di entrare, ma non ci riusciranno. Quando il padrone di casa si alzerà e chiuderà la porta, voi, rimasti fuori, comincerete a bussare alla porta, dicendo: “Signore, aprici!”. Ma egli vi risponderà: “Non so di dove siete”. Allora comincerete a dire: “Abbiamo mangiato e bevuto in tua presenza e tu hai insegnato nelle nostre piazze”. Ma egli vi dichiarerà: “Voi, non so di dove siete. Allontanatevi da me, voi tutti operatori di ingiustizia!”. Là ci sarà pianto e stridore di denti, quando vedrete Abramo, Isacco e Giacobbe e tutti i profeti nel regno di Dio, voi invece cacciati fuori. Verranno da oriente e da occidente, da settentrione e da mezzogiorno e siederanno a mensa nel regno di Dio. Ed ecco, vi sono ultimi che saranno primi, e vi sono primi che saranno ultimi».