Appuntamenti del mese

 ATTIVITA’ PARROCCHIALI  

  MARZO – APRILE 2015

SCARICABILE ANCHE IN PDF

avvisi marzo aprile 2015

3197

L’angelo disse alle donne: «Voi non abbiate paura! So che cercate Gesù, il crocifisso.  Non è qui. È risorto, infatti, come aveva detto; venite, guardate il luogo dove era stato deposto. Presto, andate a dire ai suoi discepoli: «È risorto dai morti, ed ecco, vi precede in Galilea; là lo vedrete».(Mt 28, 5-7).

 

 

 

Ven.  13  Marzo Via Crucis

– anima: Gruppo Laici Amore Misericordioso

– anima: Gruppo Equipe Notre Dame

 17.00  

 20.30

Sab.   14 Marzo Penitenziale bambini ragazzi giovani ACR 17.00
Dom. 15 Marzo Ritiro Spirituale 3ª Media  
 

Settimana di Spiritualità

 

Lun.  16 Marzo ·  Esercizi Spirituali guidati dal Diac. L. Biancheri

·  Ss. Messa

·  Confessioni

17.30

18.00

19.00

Mar.  17 Marzo ·  Esercizi Spirituali guidati dal Diac. L. Biancheri

·  Ss. Messa

·  Confessioni

17.30

18.00

19.00

Mer.  18 Marzo ·  Esercizi Spirituali guidati dal Diac. L. Biancheri

·  Ss. Messa

·  Penitenziale per Famiglie e Fidanzati

17.30

18.00

20.30

Giov.19 Marzo Festa di San Giuseppe

–  Incontro con i bambini della scuola “Leonardo Sciascia

–  Ss. Messa

–  Benedizione Tavolata

 10.00

18.00

19.00

Ven.  20 Marzo Via Crucis

–  anima: la Comunità

–  con le Vare – Cattedrale  

 17.00

20.00

Sab.  21 Marzo ·  Penitenziale per i ragazzi del catechismo (classi 5 elementare,  1ª e 2ª Media)

·  Incontro con Padre Sante e Penitenzialeper Gruppo  Giovanissimi, Giovani e Universitari

17.00

19.00

Giov. 26 Marzo Giornata Eucaristica·   SS. Messa  ed Esposizione Ss. Sacramento

·   Lectio biblica

 9.3018.00
Ven.  27 Marzo Via Crucis per le vie della Parrocchia con la Comunità del Seminario – Partenza dalla Fondazione “C. Mazzone” (via Niscemi) 16.30
 

Settimana Santa

 

  Dom. 29 Marzo Domenica delle Palme

–  Commemorazione ingresso di Gesù a Gerusalemme 

– Ponte Bloy

–  Ss. Messe

    

 

9.30

10.00

11.30

19.00

Giov.  2 Aprile Giovedì Santo

·   Ss. Messa Crismale – Cattedrale

·   Ss. Messa in Coena Domini, Lavanda dei piedi e presentazione dei Bambini che riceveranno la Prima Comunione

9.30

18.00

Ven.    3 Aprile Venerdì Santo  

Adorazione della Croce

 17.00
Sab.     4 Aprile Sabato Santo

Veglia  Pasquale

 23.00
Dom.   5  Aprile Domenica di Resurrezione

Ss.Messe

10.00

11.30

19.00

Mar.    7  Aprile Riunione genitori cresimandi 18.30
Sab.    11 Aprile Ss. Messa celebrata da S.E. Mons. Mario Russotto e benedizione dei pannelli raffiguranti i 10 comandamenti 18.00
Dom.  12 Aprile Celebrazione Cresime 17.00
Lun.   27 Aprile Consiglio Pastorale 19.00

Carissimi fratelli e figli nella fede in Gesù Cristo Risorto, pace a voi e alle vostre famiglie. Cristo è Risorto: il cuore canta l’alleluia della grande speranza. Ogni cosa che muore, come ogni cosa che comincia a vivere nella morte, è un aspetto della Pasqua. Le donne sull’albeggiare, quando nessun discepolo vi pensa, s’avviano con gli aromi verso il sepolcro per imbalsamare Gesù, omaggio pietoso verso un perduto amore, ultima testimonianza di una fede che la morte aveva cambiato in ricordo. A nessuno delle tre, mentre camminano verso il sepolcro, canta in cuore, sia pure celato, l’alleluia della grande speranza, nessuna osa guardare al di là della tomba. La pietra non era, per esse, l’ostacolo alla vita, ma l’impedimento per l’ultima devozione alla morte. Tutti avevano bisogno di vita e nessuno si appellava al Vivente. La morte era più sigillata nei cuori che nel sepolcro.

L’alleluia è nato spontaneamente dall’infinita bontà del Signore, che invece di guardare alla nostra mancata attesa, pose il suo sguardo pietoso sul nostro bisogno di vita, come sulla croce per amore fino alla fine aveva guardato coloro per i quali moriva, non quelli che lo facevano morire.

La Pasqua si ripete. Il nostro sacramento pasquale è ancora una volta un atto di pietà. I morti vogliono la pietà, il Vivente l’audacia: «Voi non abbiate paura! So che cercate Gesù, il crocifisso. Non è qui. È risorto, infatti, come aveva detto; venite, guardate il luogo dove era stato deposto» (Mt 28, 5-6). Le nostre civiltà, le nostre culture, le nostre tradizioni, le nostre grandezze, perfino le nostre basiliche possono essere divenute il luogo dove gli uomini di un tempo lo avevano deposto. Il comandamento è un altro: «Andate a dire ai suoi discepoli: È risorto dai morti, ed ecco, vi precede […]» (Mt 28, 7). Dove? Dappertutto: in Galilea e in Samaria, a Gerusalemme e a Roma, nel Cenacolo e sulle strade di Emmaus…ovunque l’uomo pianterà la sua tenda, svolgerà la sua giornata di fatica, spezzerà il suo pane, costruirà la sua città, piangendo o cantando, sorridendo imprecando. «Egli vi precede […]» questa è la consegna della Pasqua. Non siamo soli il Risorto vive in mezzo a noi, cammina con noi, bisogna riconoscerlo, nello spezzare il pane, nei nostri fratelli poveri. Bisogna annunciarlo per le vie del mondo, nelle periferie delle nostre città, soprattutto dove regna la solitudine, il dolore, il non senso della vita. Trabocchi di gioia il nostro cuore nell’annuncio che Cristo veramente è Risorto. Buona Pasqua. La Vergine Santissima ci aiuti ad essere testimoni della risurrezione del suo Figlio.

I vostri sacerdoti

Padre Alessandro Giambra – Padre Michele Alaimo

Il vostro Diacono Don Luigi Biancheri

 

                                                          

 

One comment

Lascia un Commento!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...